Auschwitz fatti

Fatti su Auschwitz | Per saperne di più sul campo di concentramento

L'Olocausto ha segnato una delle epoche più buie della storia umana. Sono passati quasi otto decenni dalla fine dell'Olocausto, ma gli orrori vissuti dalle sue vittime continuano a farci riflettere sulle conseguenze dell'intolleranza e della discriminazione. Il tipo di crudeltà inflitta ai prigionieri del campo di concentramento di Auschwitz rende impossibile parlare dell'Olocausto senza parlare del campo. Il più grande dei campi di concentramento, Auschwitz, ha visto l'uccisione di più di 1 milione di persone. Sebbene non si possa mai comprendere appieno l'esperienza di coloro che furono costretti a varcare quei cancelli, è importante conoscerla affinché la storia non si ripeta mai più. Continua a leggere questa pagina per imparare tutto quello che c'è da sapere su Auschwitz e i suoi prigionieri .

Fatti importanti su Auschwitz

Auschwitz rivolta

La rivolta dei prigionieri nel 1944

Il 7 ottobre 1944, i membri del Sonderkommando organizzarono una rivolta. Attaccarono le SS con pietre e martelli, uccidendone tre, e diedero fuoco al crematorio IV con stracci imbevuti di olio che avevano nascosto. I Sonderkommando del crematorio II, che credevano che fosse iniziata una rivolta del campo, gettarono il loro kapo in un forno. Dopo essere fuggiti attraverso una recinzione usando delle tronchesi, riuscirono a raggiungere Rajsko, dove si nascosero nel granaio di un campo satellite di Auschwitz. Le SS li inseguirono e li uccisero dando fuoco al granaio. Quando la ribellione fu soppressa, 212 membri del Sonderkommando erano ancora vivi e 451 erano stati uccisi.

Auschwitz storie

La B in 'Arbeit macht frei' è capovolta

La frase tedesca che significa "Il lavoro rende liberi" appare all'ingresso di Auschwitz e di altri campi di concentramento. La scritta Auschwitz I è stata fatta dai prigionieri-lavoratori. Quando fu loro ordinato di fare la scritta, come atto di sfida, fecero una B rovesciata nella parola 'Arbeit'. Il cartello sopra il cancello di Auschwitz I è stato rubato nel dicembre 2009. Fu poi recuperata dalle autorità in tre pezzi. Anders Högström, un neonazista svedese, e due neonazisti polacchi furono incarcerati per il furto. Il cartello originale è ora in deposito al Museo Statale di Auschwitz-Birkenau. Una replica ora è appesa sopra il cancello.

Auschwitz fuga

Più di 800 prigionieri tentarono di fuggire da Auschwitz

Tadeusz Wiejowski, un calzolaio polacco, fu la prima persona a fuggire dal campo di concentramento di Auschwitz. Nel 1941 fu ricatturato e trasferito nel campo di prigionia di Jasło, dove fu giustiziato. Dopo Wiejowski, secondo lo storico polacco Henryk Świebocki, almeno 802 prigionieri (757 uomini e 45 donne) cercarono di fuggire dal campo. Solo 144 ebbero successo, 327 furono catturati e il destino di 331 è sconosciuto. Rudolf Vrba e Alfréd Wetzler, che fuggirono in Slovacchia, portando informazioni dettagliate al Consiglio Ebraico Slovacco sulle camere a gas, fu determinante per porre fine alla deportazione degli ebrei ungheresi ad Auschwitz.

Auschwitz

Canada, la terra delle grandi ricchezze

Gli effetti personali dei deportati venivano confiscati e smistati in un'area del campo chiamata "Kanada". I prigionieri la chiamavano così perché pensavano al Canada come una terra di ricchezza. I beni sarebbero stati rimandati in Germania. Alcuni venivano rubati dalle guardie delle SS. Qui lavoravano soprattutto donne detenute. Avevano alcuni privilegi come farsi crescere i capelli o poter rubare il cibo dalle cose che smistavano. Le relazioni tra le guardie tedesche e le donne prigioniere erano contro le regole delle SS, ma a volte queste relazioni si sviluppavano. Una guardia SS Franz Wunsch aiutò Helena Citronova e sua sorella a fuggire dalle camere a gas perché era innamorato di lei. Anche se lei non ricambiò i suoi sentimenti, testimoniò a suo favore al suo processo per crimini di guerra.

Auschwitz vittime

Il campo ha registrato 1,3 milioni di vittime

Si stima che almeno 1,3 milioni di persone siano state deportate nel campo di concentramento di Auschwitz tra il 1940 e il 1945. Di queste, circa. 1,1 milioni di persone, incluso 1 milione di ebrei, furono uccisi. Si stima che 70.000-80.000 polacchi, 21.000 rom, 15.000 prigionieri di guerra sovietici e circa 10.000 altri individui perirono nei campi. La stima si basa su un'analisi dello storico polacco Franciszek Piper, che utilizzò gli orari degli arrivi dei treni combinati con i registri delle deportazioni per calcolare che, degli 1,3 milioni inviati al campo, 1.082.000 erano morti lì. Questa cifra fu arrotondata a 1,1 milioni.

Auschwitz fatti

Le sperimentazioni mediche condotte al campo

Molti prigionieri furono utilizzati come cavie umane per la sperimentazione medica. Il dottor Josef Mengele, soprannominato "l'angelo della morte", concentrava molti dei suoi esperimenti su gemelli e nani. Uno degli esperimenti più famosi includeva l'iniezione di colorante negli occhi dei detenuti per vedere se avrebbero cambiato colore. La sterilizzazione forzata, l'uso di sostanze tossiche, la fame, gli elettroshock e le iniezioni uterine furono alcuni dei barbari esperimenti eseguiti. Gli esperimenti venivano condotti nel Blocco 10, conosciuto come "Krankenbau" o baracca dell'ospedale. Molti morirono o svilupparono gravi problemi di salute durante questi esperimenti.

Auschwitz

7.000 detenuti sono stati liberati all'arrivo dell'esercito russo

Verso la fine del 1944, i comandanti di Auschwitz iniziarono a distruggere le prove degli orrori che avevano avuto luogo nei campi di concentramento.  Il 18 gennaio 1945, Engelbert Marketsch, un criminale tedesco trasferito da Mauthausen, divenne l'ultimo prigioniero a cui venne assegnato un numero di serie ad Auschwitz (numero 202499). 60.000 detenuti, accompagnati dalle guardie naziste, furono costretti a marciare verso le città polacche. Durante le marce, che vennero conosciute come marce della morte, le SS sparavano a chiunque rimanesse indietro. 15.000 prigionieri ebrei che riuscirono a raggiungere Bergen-Belsen furono liberati dagli inglesi il 15 aprile 1945. Circa 7.000 detenuti, troppo malati per muoversi, erano stati lasciati ad Auschwitz e furono liberati dall'esercito.

Seleziona i tuoi biglietti

Auschwitz-Birkenau: biglietti di accesso rapido e tour ufficiale guidato (senza trasferimenti)

Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
3 h 30 min - 7 h
Tour guidato
Altri dettagli +

Auschwitz-Birkenau: tour guidato con prelievo dall'hotel dal centro di Cracovia

Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
7 h
Tour guidato
Altri dettagli +

Auschwitz-Birkenau: tour guidato con trasferimenti da Cracovia centro

Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
7 h
Tour guidato
Trasferimenti inclusi
Altri dettagli +

Auschwitz e Birkenau: tour con ingresso individuale

Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
7 h
Trasferimenti inclusi
Altri dettagli +